close

Diario di un promesso homebrewer ambizioso - 03

homebrewer ambizioso - parte terza


27-09-2013
Andrea Antolini
Diario di un promesso homebrewer ambizioso - 03

"L’attesa attenua le passioni mediocri e aumenta le grandi". Le parole dello scrittore François de la Rochefocauld rispecchiano l'entusiasmo con cui stiamo coltivando quello che potremmo definire un sogno, un miraggio forse. Dopo i risultati della prima cotta, meno lusinghieri della prima impressione che avevamo avuto, anziché demoralizzarci, abbiamo cercato di capire quali fossero le criticità della nostra ricetta. Assaggiare, studiare, ipotizzare piccole variazioni o cambiamenti drastici; queste sono state le attività che hanno occupato il periodo di attesa tra l'assaggio della nostra IPA primordiale ed il giorno della seconda cotta. Un'attesa vissuta con entusiasmo, con l'impazienza di chi vuole vivere di nuovo emozioni e sensazioni belle, perché nuove, perché sgravate da qualsiasi declinazione economica. Il giorno della cotta poi arriva, ed arrivano altri momenti di attesa. Attendere la fine dell'ammostamento; attendere il tempo che intercorre tra la messa in infusione di un luppolo da un altro. Poi attendi che il lievito faccia il suo lavoro, ossia che la birra fermenti, prima nel fermentatore, poi di nuovo in bottiglia. Ed eccoci all'ultima fase dell'attesa, quella prima del riscontro finale. Dall'imbottigliamento è ormai passato più di un mese ed aspettavamo l'occasione giusta per poter assaggiare il risultato della nostra ricetta. E così sarà, tra una settimana, durante una cena con vecchi amici, alcuni dei quali non vediamo da diverso tempo. Forse è un azzardo; probabilmente rimarremo delusi dai commenti, più o meno competenti, dei nostri commensali. Ma la fine di una lunga attesa va festeggiata con gli amici, con le persone care. E così sarà, a prescindere dai gusti personali degli invitati. Sì, perché con l'occasione avremo modo di raccontare il nostro miraggio, di trasmettere il nostro entusiasmo per un progetto che ci appassiona, per un'ipotesi di cambio di vita che ci aiuta a superare con il sorriso le piccole difficoltà del quotidiano, come le grandi questioni culturali, nonché politiche, nonché economiche e soprattutto morali, che attanagliano questo momento storico.

I dettagli faranno la differenza. Di questo siamo convinti. E la cura dei dettagli ci aiuterà a trovare, in un tempo che sarà a prescindere "giusto", la chiave per poter arrivare ad un risultato ottimo, ad una IPA in grado di competere con le migliori sul mercato. Ripeto, ci vorrà del tempo; né troppo né troppo poco. Ci vorrà il tempo necessario. E noi attenderemo che questo lasso di tempo passi, sfruttando ogni momento che avremo a disposizione per migliorare il progetto, la ricetta e, senza retorica, per migliorare noi stessi.




L'articolo è stato di tuo gradimento? condividilo con i tuoi amici

oppure incorporalo nel tuo sito web

tipologia 1

homebrewer ambizioso - parte terza

tipologia 2






Cerca nel magazine nonsolobionde.it

News ed Eventi

Rubriche

In primo piano

Video




Birre artigianali

Birrifici

Dove gustare




condividi il magazine




pagina facebook

NonSoloBionde

canale youtube




Dialoga con la redazione di nonsolobionde.it


Ti piace scrivere?
Sei un appassionato del mondo della birra?
Collabora con nonsolobionde.it!


Vuoi pubblicizzare e far conoscere la tua azienda o la tua attività?






qr code nonsolobionde.it